Alessandra Barlaam

Alessandra Barlaam

Il sogno è più reale della realtà
Alessandra Barlaam
More ideas from Alessandra
Artistic yellow, red, white and brown fantasy makeup mask with gem accents by Zolotashko Make Up School.

Artistic yellow, red, white and brown fantasy makeup mask with gem accents by Zolotashko Make Up School.

Antonio Canova Louvre, Parigi. Amore e Psiche è un gruppo scultoreo realizzato da Antonio Canova tra il 1788 e il 1793, esposta al Museo del Louvre a Parigi. Ne esiste una seconda versione (1800-1803) conservata all'Ermitage di San Pietroburgo in cui i due personaggi sono raffigurati in piedi e una terza (1796-1800), sempre esposta al Louvre, in cui la coppia è stante. Delle tre versioni, la prima, cronologicamente parlando, è la più famosa e acclamata dalla critica.

Antonio Canova Louvre, Parigi. Amore e Psiche è un gruppo scultoreo realizzato da Antonio Canova tra il 1788 e il 1793, esposta al Museo del Louvre a Parigi. Ne esiste una seconda versione (1800-1803) conservata all'Ermitage di San Pietroburgo in cui i due personaggi sono raffigurati in piedi e una terza (1796-1800), sempre esposta al Louvre, in cui la coppia è stante. Delle tre versioni, la prima, cronologicamente parlando, è la più famosa e acclamata dalla critica.

Gustav Klimt 'The Kiss' detail, between 1907-08 Österreichische Galerie Belvedere, Vienna

Gustav Klimt 'The Kiss' detail, between 1907-08 Österreichische Galerie Belvedere, Vienna

"Adele Bloch-Bauer I" (1907, Wien). DETAIL: Paintings inside paintings. Studded with precious metals. Opulent patchwork of ornaments, where Mycenaean gold mingles with Byzantium. Creating the overall impression of a religious idol. This is Klimt’s expression of the decadent, morbid passion for jewelry. However, the triumph of this goddess is also her prison, captured in her precious tapestries, sealed alive inside a wall of gems.

"Adele Bloch-Bauer I" (1907, Wien). DETAIL: Paintings inside paintings. Studded with precious metals. Opulent patchwork of ornaments, where Mycenaean gold mingles with Byzantium. Creating the overall impression of a religious idol. This is Klimt’s expression of the decadent, morbid passion for jewelry. However, the triumph of this goddess is also her prison, captured in her precious tapestries, sealed alive inside a wall of gems.