lupo editore

lupo editore

95
Followers
63
Following
www.lupoeditore.it
Copertino, Salento, Italia / Realtà giovane e vitale nell’intricato bosco dell’editoria del Meridione d’Italia. Predatori di storie per professione
lupo editore
More ideas from lupo
Nel giorno del suo ottantaseiesimo compleanno, Pancrazio Farabosc scappa da una clinica per folli e s’imbarca clandestinamente sull’Angelica, una nave cargo diretta in Africa. Nessuno sa cosa si celi dietro la sua fuga, soprattutto quando la nave viene messa sotto sequestro a causa di un traffico di droga e si perdono definitivamente le tracce dell'arzillo ex marinaio. http://bit.ly/1iAMiAd

Nel giorno del suo ottantaseiesimo compleanno, Pancrazio Farabosc scappa da una clinica per folli e s’imbarca clandestinamente sull’Angelica, una nave cargo diretta in Africa. Nessuno sa cosa si celi dietro la sua fuga, soprattutto quando la nave viene messa sotto sequestro a causa di un traffico di droga e si perdono definitivamente le tracce dell'arzillo ex marinaio. http://bit.ly/1iAMiAd

Salvatore, uno scrittore di favole per bambini trasferitosi in Abruzzo, decide di cambiare genere letterario dedicandosi alla stesura di un giallo. Ma in un giorno qualunque, mentre è intento a scrivere, riceve una telefonata che cambierà il lineare scorrere degli eventi: infatti, Cosima, la badante della madre, lo informa della morte della donna. http://bit.ly/1nL000W

Salvatore, uno scrittore di favole per bambini trasferitosi in Abruzzo, decide di cambiare genere letterario dedicandosi alla stesura di un giallo. Ma in un giorno qualunque, mentre è intento a scrivere, riceve una telefonata che cambierà il lineare scorrere degli eventi: infatti, Cosima, la badante della madre, lo informa della morte della donna. http://bit.ly/1nL000W

Un mistero antico come quello della Nike di Samotracia, ha la forza secolare di costruire una rete di rapporti, unire terre lontane e custodire segreti. http://bit.ly/1jqWZ3f

Un mistero antico come quello della Nike di Samotracia, ha la forza secolare di costruire una rete di rapporti, unire terre lontane e custodire segreti. http://bit.ly/1jqWZ3f

Un viaggio il punto di partenza; una strana coincidenza il filo conduttore e il Giffoni Film Festival lo sfondo di una vicenda che vede protagonisti Clara e Fabio, due ragazzi di terza media, e il loro insegnante di Diritti Umani, Giorgio Ventura. http://bit.ly/1iMqtO9

Un viaggio il punto di partenza; una strana coincidenza il filo conduttore e il Giffoni Film Festival lo sfondo di una vicenda che vede protagonisti Clara e Fabio, due ragazzi di terza media, e il loro insegnante di Diritti Umani, Giorgio Ventura. http://bit.ly/1iMqtO9

16/22 marzo 2014 #allaricercadellafelicità

16/22 marzo 2014 #allaricercadellafelicità

La copertina dell'iniziativa #raccontaticonunlibro

La copertina dell'iniziativa #raccontaticonunlibro

Settimana dal 17 al 23 febbraio.  Si discute di selfie e racconto di sé. L'hashtag per seguire tutte le novità è #raccontarsi.

Settimana dal 17 al 23 febbraio. Si discute di selfie e racconto di sé. L'hashtag per seguire tutte le novità è #raccontarsi.

“Perché non dici niente? Il gatto ti ha mangiato la lingua?” Quante volte mi sarò sentito ripetere questa domanda. Sarebbe stato bello scoprire che era davvero così, che la mia lingua ora ce l’aveva un gatto, e che per riprendermela mi sarebbe bastato trovarlo.

Angelo e gli Sparlocchi -cover book- by Flavia Sorrentino

Il sodalizio di Giovanni, Matteo e Giulia si nutre del calore familiare offerto indistintamente ai tre ragazzi da Rosa e Michele: passioni condivise e amicizia fraterna sembrano garantire un’adolescenza serena e fortificata da valori che tracciano per ciascuno di essi una precisa meta nella vita. Ma la generazione a cui appartengono cova fragilità insospettabili e l’impatto con la realtà rende la loro crescita più tormentata del previsto.

Il sodalizio di Giovanni, Matteo e Giulia si nutre del calore familiare offerto indistintamente ai tre ragazzi da Rosa e Michele: passioni condivise e amicizia fraterna sembrano garantire un’adolescenza serena e fortificata da valori che tracciano per ciascuno di essi una precisa meta nella vita. Ma la generazione a cui appartengono cova fragilità insospettabili e l’impatto con la realtà rende la loro crescita più tormentata del previsto.

Antonella è un’infermiera tirocinante presso l’unità di igiene mentale di un ospedale emiliano; dialogando con un ragazzo, diventato anoressico per amore, scopre gli abusi patiti e altri intimi traumi. Questa è solo una delle tante storie di un micro-universo quasi sconosciuto in cui pazienti, medici, parenti, operatori, si raccontano dando corso a un’opera che oltre a descrivere minuziosamente il disagio mentale, s’impernia sull’utilità dell’ascolto.

Antonella è un’infermiera tirocinante presso l’unità di igiene mentale di un ospedale emiliano; dialogando con un ragazzo, diventato anoressico per amore, scopre gli abusi patiti e altri intimi traumi. Questa è solo una delle tante storie di un micro-universo quasi sconosciuto in cui pazienti, medici, parenti, operatori, si raccontano dando corso a un’opera che oltre a descrivere minuziosamente il disagio mentale, s’impernia sull’utilità dell’ascolto.

Pane, orzo e zucchero è un ricordo ripescato dalla memoria, è il sapore di un passato, è l’infanzia in una terra costellata di ricette e canti popolari. È la storia di Ninì Miglietta, una donna che ci racconta il Salento degli anni ‘40, con le sue usanze, con le fatiche e la bellezza della vendemmia o con i preparativi della festa di San Martino. È il racconto della felicità in una famiglia benestante.

Pane, orzo e zucchero è un ricordo ripescato dalla memoria, è il sapore di un passato, è l’infanzia in una terra costellata di ricette e canti popolari. È la storia di Ninì Miglietta, una donna che ci racconta il Salento degli anni ‘40, con le sue usanze, con le fatiche e la bellezza della vendemmia o con i preparativi della festa di San Martino. È il racconto della felicità in una famiglia benestante.

L’archivio Viterbo è stato acquisito a titolo di donazione dall’Archivio di Stato di Bari. Si deve alla sensibile lungimiranza dei figli di Michele Viterbo, Silvia, Nicola e Donato, se le raccolte documentarie sono state donate all’Archivio barese che in tal modo, nell’adempimento dei suoi compiti istituzionali, arricchisce la collettività di Bari e dell’intera realtà regionale di un’importante testimonianza relativa a vicende significative della storia locale e nazionale.

L’archivio Viterbo è stato acquisito a titolo di donazione dall’Archivio di Stato di Bari. Si deve alla sensibile lungimiranza dei figli di Michele Viterbo, Silvia, Nicola e Donato, se le raccolte documentarie sono state donate all’Archivio barese che in tal modo, nell’adempimento dei suoi compiti istituzionali, arricchisce la collettività di Bari e dell’intera realtà regionale di un’importante testimonianza relativa a vicende significative della storia locale e nazionale.

L’incontro con Aldo, commesso in un negozio di scarpe, è per la cinquantenne Marina il mutamento di rotta che la sua vita attendeva. Le ferite che il successo professionale non poteva lenire trovano il loro balsamo in una meravigliosa storia che, tra Puglia e Toscana, le riserva assaggi di paradiso e la riscoperta del senso della propria esistenza. Il pretesto: un paio di scarpe rosse. Il tocco di rosso capace di sciogliere i nodi irrisolti e di aprire le porte del destino.

L’incontro con Aldo, commesso in un negozio di scarpe, è per la cinquantenne Marina il mutamento di rotta che la sua vita attendeva. Le ferite che il successo professionale non poteva lenire trovano il loro balsamo in una meravigliosa storia che, tra Puglia e Toscana, le riserva assaggi di paradiso e la riscoperta del senso della propria esistenza. Il pretesto: un paio di scarpe rosse. Il tocco di rosso capace di sciogliere i nodi irrisolti e di aprire le porte del destino.

La fugace apparizione della misteriosa Ilenia al Caffè Letterario intriga il titolare, Pietro, stuzzicandone la curiosità e la fantasia… se non fosse per il richiamo costante di Elisa, l’ex fidanzata. Ma – soprattutto – se non fosse che Ilenia gli dà buca all’appuntamento perché è stata assassinata. Sullo sfondo dell’animata vita notturna leccese scatta così un’indagine illegale non priva di rischi per Pietro e per il suo socio Sandro.

La fugace apparizione della misteriosa Ilenia al Caffè Letterario intriga il titolare, Pietro, stuzzicandone la curiosità e la fantasia… se non fosse per il richiamo costante di Elisa, l’ex fidanzata. Ma – soprattutto – se non fosse che Ilenia gli dà buca all’appuntamento perché è stata assassinata. Sullo sfondo dell’animata vita notturna leccese scatta così un’indagine illegale non priva di rischi per Pietro e per il suo socio Sandro.

A vent’anni, Elisa ha tutto: benessere, una famiglia che la ama e la coccola (anche troppo!), un amore, interessi che le riempiono la giornata e appagano la sua sensibilità. Solo una cosa le manca, ma lei non lo sa… fino a un freddo pomeriggio invernale in cui, non sapendo come trascorrere il tempo, apre un baule pieno di vecchie fotografie. Comincia così per lei un viaggio che la porta lontano, alla ricerca del tassello capace di ricomporre il disegno della sua vita.

A vent’anni, Elisa ha tutto: benessere, una famiglia che la ama e la coccola (anche troppo!), un amore, interessi che le riempiono la giornata e appagano la sua sensibilità. Solo una cosa le manca, ma lei non lo sa… fino a un freddo pomeriggio invernale in cui, non sapendo come trascorrere il tempo, apre un baule pieno di vecchie fotografie. Comincia così per lei un viaggio che la porta lontano, alla ricerca del tassello capace di ricomporre il disegno della sua vita.