Pinterest • The world’s catalog of ideas

Explore Bosch Il, Art Bosch Hieronim, and more!

Sei in: Il Centro / Pescara / Cronaca / La stirpe dei Brueghel cento meraviglie dell’arte fiamminga E-mail Stampa Condividi La stirpe dei Brueghel cento meraviglie dell’arte fiamminga

#Veneto: #Dopo il restauro il trittico degli eremiti di Bosch ritorna alle Gallerie dell'Accademia da (link: http://ift.tt/1qtQ4zJ )

La vita a tratti misteriosa e la scarsità di notizie certe sulla biografia del capostipite Pieter Brueghel il Vecchio, sono i presupposti narrativi dell’esposizione che inizia con la relazione tra Brueghel il Vecchio e Hieronymus Bosch del quale si potrà ammirare, per la prima volta a Roma, “I Sette Peccati Capitali” suo capolavoro assoluto.

La storia di questi tre artisti, padre e due figli, è indissolubilmente legata a quella del visionario Bosch, altro pittore che tanto ha ispirato l’avanguardia e il surrealismo, e alla mostra si può contemplare il quadro più famoso di Bosch, ‘I sette peccati capitali’.

Lo straordinario talento della più importante famiglia di artisti fiamminghi attivi tra il XVI e il XVII secolo, quella dei Brueghel, è al centro della grande retrospettiva che si apre il 18 dicembre al Chiostro del Bramante a Roma.

Ricordiamo che la mostra, che si avvale di un bel catalogo, edito da Silvana Editoriale, è stata prodotta da Arthemisia Group con 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE e DART Chiostro del Bramante ed il progetto è partito dal voler mostrare al grande pubblico  le varie fasi di un  percorso che, attraversando quattro generazioni (fino al ‘700), iniziando dal rapporto che il capostipite, Pieter Brueghel il vecchio ebbe con Hieronymus Bosch, dimostra chiaramente come Anversa sia stata nel ‘500 un…

Un’opportunità imperdibile dunque per apprezzare straordinari dipinti, per la prima volta in Italia, come il magnifico Le sette opere di misericordia (1616 – 1618 ca.) di Pieter Brueghel il Giovane, in cui le diverse rappresentazioni della carità vengono esaltate e declinate attraverso l’intensità delle figure ritratte, richiamando per contrapposizione il superbo I sette peccati capitali di Hieronymus Bosch (1500 ca.), o Il ciarlatano della scuola di Bosch, entrambi presenti in mostra e mai…

I meravigliosi dipinti, provenienti da diversi musei nazionali e internazionale, nonché da collezioni private, sono un centinaio e tutti di grande bellezza. Attraverso le opere di Pietre Brueghel il Vecchio è possibile intraprendere un appassionato viaggio nell’epoca d’oro della pittura fiamminga del Seicento. Ad accogliere il visitatore due opere di Hieronymus Bosch dai soggetti molto discussi, “I peccati capitali”.

All about Chamirfrom All about Chamir

Brueghel. Le meraviglie dell’arte fiamminga a Roma.

Ciò che l’ha resa interessante è il fatto che invece di essere una semplice mostra di quadri è stata una sorta di percorso lungo la storia di un’ incredibile famiglia di artisti fiamminghi, narrando dalle loro origini, con Pieter Brughel Il Vecchio all’inizio del 500′, fino agli ultimi discendenti pittori come Abraham, fine del 600′.

BRUEGHEL. MERAVIGLIE DELL’ARTE FIAMMINGA | La vita a tratti misteriosa e la scarsità di notizie certe sulla biografia del capostipite Pieter Brueghel il Vecchio, sono i presupposti narrativi dell’esposizione che inizia con la relazione tra Brueghel il Vecchio e Hieronymus Bosch.