Pinterest • The world’s catalog of ideas

Explore Www Media, Manifesto Html, and more!

Carte Semiotiche. Rivista di Semiotica e Teoria dell'Immagine fondata da Omar Calabrese (http://www.media.unisi.it/css/manifesto.html)

Nomfupfrom Nomfup

Ricordando Omar Calabrese

il linguaggio politico: istruzione di smontaggio.

Per me, come per molti di noi, è stato un maestro e un amico e lavorare con lui era una vera avventura non solo accademica ma umana: aveva un’energia vulcanica, mille idee, mille curiosità e trasmetteva l’entusiasmo per fare sempre meglio. [...] E Omar non si fermava mai, con grande generosità dava fiducia ai giovani anche per incarichi complicati e ci affiancava in ricerche che, per inesperienza, non avremmo nemmeno mai sperato di fare. (Michela Deni)

l’articolo di Omar Calabrese su Paolino Paperino che compiva cinquant’anni. Il titolo lo presentava come «il più simpatico e disastrato personaggio del mondo a fumetti, protagonista di ghiotte letture adolescenziali, senza il quale non saremmo in grado di gustare Borges, la Scuola di Francoforte e dintorni». Un capolavoro (C. Castellacci).

Si tratta quindi di partire dalla manifestazione ma di dirigersi subito alla ricerca di un principio astratto di organizzazione formale. Del resto Calabrese confessa di preferire il termine neobarocco rispetto alla categoria passe-partout di postmoderno perché crede che “molti importanti fenomeni di cultura del nostro tempo siano contrassegnati da una «forma» interna specifica che può richiamare alla mente il barocco” (Stefano Traini)

Diafano. Vedere attraverso | ZeL Edizioni (a cura di di Chiara Casarin ed Eva Ogliotti). Contiene il saggio "Il velo, oggetto teorico della diafanità" di Omar Calabrese.

Il semiologo Omar Calabrese e i suoi studi sulla natura dei segni e della produzione, della trasmissione e dell'interpretazione. Il suo tentativo di ridurre la distanza tra cultura "alta" e "popolare", il suo insegnamento, i suoi scritti sulla televisione. Ne parliamo con Gianfranco Marrone, allievo di Omar Calabrese, docente di Semiotica all'università di Palermo e con Paolo Fabbri docente di Semiotica e Semiotica dell'arte e del design allo IUAV di Venezia.

Profezie di tempi inquieti. Di Umberto Eco. Caratteri della sensibilità neobarocca erano per Calabrese l’eccentricità, l’eccesso, ovviamente l’asimmetria, l’instabilità, la tendenza continua alla metamorfosi, la celebrazione del disordine e del caso, e dunque del labirinto come impossibilità di un percorso unilineare e della tendenza a una meta. E pertanto il piacere dello smarrimento e dell’enigma.

"Rivendico il diritto (se non addirittura il dovere) di continuare ad essere mondani, cioè vicini al mondo, vigili su quel che il mondo ci offre. [...] I Grandi Valori non hanno senso, se non si vestono da tutti i giorni". Omar Calabrese, "Serio Ludere (Sette serissimi scherzi semiotici)", Flaccovio, 1993.